CAAT

Centro Agro Alimentare di Torino

Appalto per l’implementazione del nuovo sistema di gestione degli accessi al Centro Agro Alimentare di Torino - Risposte ai quesiti n. 10, 11, 12, 13, 14 e 15

Appalto per l’implementazione del nuovo sistema di gestione degli accessi al Centro Agro Alimentare di Torino - Risposte ai quesiti n. 10, 11, 12, 13, 14 e 15

Appalto per l’implementazione del nuovo sistema di gestione degli accessi al Centro Agro Alimentare di Torino - Risposte ai quesiti n. 10, 11, 12, 13, 14 e 15

Quesito n. 10

Badge  RFID.  A  pagina  8  è  indicato  che  la  tessera  rilasciata  ha  anche  la  finalità  di  “supporto  di memorizzazione dei crediti…”  e pagina 11 è indicato“… il relativo acquisto verrà associato alla tessera identificativa…”.  Si  chiede  di  precisare  se  i  crediti  relativi  alla  tessera  sono  memorizzati  solo  a  livello centralizzato sul NSI o se solo/anche all’interno del chip RFID. In questo secondo caso è quindi previsto che ad ogni accesso il contenuto della tessera sia aggiornato tramite il lettore? Sono quindi disponibili le specifiche di scrittura di tali informazioni sul chip RFID? 

Risposta al quesito n. 10

Si conferma quanto previsto nel CTP e pertanto la tesserina dovrà essere sempre allineata con il sistema centrale. La soluzione tecnica con cui questo obiettivo dovrà essere garantito è rimessa al disegno del Fornitore che sarà contenuto nell'ambito della Relazione tecnica [cfr. Disciplinare di gara, art. 15.1, lett. A, elemento d).

 

Quesito n. 11

Pagina  9.  “…Servizio  volto  ad  accertare,  in  tempo  reale,  la  veridicità  della  partita  iva”.  Se  tale  servizio risultasse  a  pagamento  su  abbonamento/”a  consultazione”  deve  essere  incluso  nella  fornitura?  Per quanto anni considerare l’abbonamento al servizio e per quante consultazioni/anno?

Risposta al quesito n. 11

Fermo restando che tale indicazione non pare necessaria ai fini della formulazione dell'offerta, a mero titolo indicativo e non esaustivo, si riferisce che le consultazioni di Partite Iva si attestano introno alle migliaia su base annua.

 

Quesito n. 12

Pagina  35.  “Software  Open  Source  (i  codici  sorgente  dovranno  essere  fruibili  e  rilasciati  a  CAAT)”.  Si chiede di confermare che per tutto il software implementato dal fornitore costituente il NSI, dovrà essere consegnato il codice sorgente sul quale il fornitore dovrà rinunciare al diritto di proprietà intellettuale e che CAAT ScpA si riserva il diritto di modificare e ridistribuire la versione da lui elaborata. Al contrario si chiede  di  specificare  le  finalità  di  tale  requisito  e  se  sono  ipotizzabili  modalità  di  “salvaguardia”  della proprietà intellettuale da parte del fornitore. 

Risposta al quesito n. 12

Si conferma quanto indicato nella risposta al quesito n. 7

 

Quesito n. 13

Pagina 35. “L’architettura del NSI dovrà essere di tipo Client- Server” e “la struttura del software dovrà essere a tre layers”. I due requisiti sembrerebbero contrastanti, si chiede di confermare che l’architettura del NSI sarà a tre layers come si evince da altri requisiti esposti “…Web based… responsive …

Risposta al quesito  n. 13

Si conferma che l’architettura sarà a tre layers.

 

Quesito n. 14

Pagina  36.  “…i  canoni  di  accesso  al  MIT”  Se  tale  servizio  risultasse  a  pagamento  su  abbonamento/”a consultazione” per quanti anni considerare l’abbonamento al servizio e per quante consultazioni/anno? E’ da considerare che se il costo fosse “a singola interrogazione” da portale “SPORTELLO WEB”, in fase di inserimento  servizi  sul  carrello,  potrebbero  essere  eseguite  interrogazioni  al  MIT  ceh  potrebbero  non trovare corrispondenza con un acquisto effettivo (mancata finalizzazione dell’acquisto o svuotamento del carello)

Risposta al quesito n. 14

Si conferma che il servizio in abbonamento deve essere incluso nell’offerta. Il database va replicato con cadenza giornaliera su server locale e da lì interrogato da NSI. Il numero di consultazioni pertanto è ininfluente.

 

Quesito n. 15

Pagina 39, Interfacce; “Sistema di Alerting…” SI chiede di chiarire se si tratta di un sistema esistente da interfacciare, nel qual caso si richiede di fornire informazioni su modalità di notifica e protocollo utilizzato, o  se  riferita  a  funzionalità  che  ogni  singola  interfaccia  (OS1,  MIT.Stampanti  fiscali/casse  automatiche) dovrà esporre.

Risposta al quesito n. 15

Si tratta di una procedura nuova da attivare per verificare che il risultato dello scambio tra NSI e altri sistemi proceda senza errori.